Quarta generazione - Poetica dura
Nel giugno del 1985 Pistoletto espone presso la Galleria Persano di Torino un gruppo di opere costituite da superfici e volumi in materiale anonimo, dai colori scuri e cupi, e a cui l’artista si riferisce, nel testo pubblicato sul catalogo, anche con l’espressione “arte dello squallore”. Si tratta di un ciclo di opere, prodotte tra il 1985 e il 1989, utilizzando i grandi blocchi di poliuretano usati per le sculture, ricoperti di tela e dipinti. Nella mostra Immagine, tenuta a Roma presso la Galleria Pieroni nel 1989, Pistoletto presenta, in forma di riproduzione fotografica su grandi pannelli di legno, le immagini di alcune di queste opere esposte in diversi luoghi negli anni precedenti, evidenziando, attraverso la bidimensionalità della fotografia, la commistione di pittura e scultura che caratterizza questo gruppo di opere.

scarica il testo di Michelangelo Pistoletto "Poetica dura" (PDF)
scarica il testo di Michelangelo Pistoletto "Immagine" (PDF)

clicca sulle immagini
per ingrandire
Arte dello squallore, 1985
Superfici scolpite e dipinte, 1985
Policromia nera, 1985
Pittura su volume, 1985
Superficie grigia, 1985
Volume policromo, 1985
Segno nero, 1985
Rossonerastro, 1985
Grigiore anonimo,
primavera 1985
Segni neri, marzo 1985
Volume basso, febbraio 1985
Volume torto, 1985-86
Il tempo dello specchio, 1986
Distanza, 1988
P.S. 1 Museum, New York, 1988
P.S. 1 Museum, New York, 1988
P.S. 1 Museum, New York, 1988
Immagine-Poetica dura
(Quarta generazione), 1989
Immagine-Poetica dura
(Quarta generazione), 1989
Immagine-Poetica dura
(Quarta generazione), 1989
 MICHELANGELO PISTOLETTO
Opere