Anno Bianco
Annunciato nel gennaio del 1989 sull'invito di una sua mostra personale a Perugia, Anno Bianco è un “continente di tempo”. Concepito “come un quadro specchiante pronto a ricevere le immagini di domani” o “pagine bianche di un giornale” aperto agli avvenimenti esterni. In tal senso vanno intese le grandi lastre di gesso e marmo bianche esposte in diversi luoghi nel corso dell’anno. La corrispondenza visiva tra le immagini rese celebri dai media dei due eventi più significativi di quest’anno - la gente festante sul Muro di Berlino e la statua eretta durante la rivolta di Piazza Tienamment a Pechino - con due opere di Pistoletto - lo spettacolo Anno Uno (1981) e la scultura Dietrofront (1981) - costituirà un motivo che verrà presentato in più occasioni, a partire dalla mostra retrospettiva di Pistoletto presso la Galleria d'Arte moderna di Roma del 1990. Si rimanda per una ricostruzione dell’intera operazione alla pubblicazione Michelangelo Pistoletto-Anno Bianco, curata da Bruno Corà ed edita da AEIOU di Roma nel 1990.

scarica il testo di Michelangelo Pistoletto "La galleria è un cubo bianco" (PDF)
scarica il testo di Michelangelo Pistoletto "Anno Bianco" (PDF)

clicca sulle immagini
per ingrandire
Lettera a Bruno Corà
dicembre 1988
Anno Bianco
gennaio 1989
Rilievo orizzontale
febbraio 1989
Sette rilievi
marzo 1989
Rilievi di taglio
aprile 1989
Cartellone stradale
maggio 1989
Porta, 1978-1988
maggio 1989
Il grande gesso
settembre 1989
Immagine-Anno Bianco
Dietrofront-Piazza Tienanmen
Immagine-Anno Bianco
Anno Uno-La caduta
del Muro di Berlino
 MICHELANGELO PISTOLETTO
Opere